lucia-merico-spiritualcoach-bambini (2)
LA MONETA DELLA FELICITA’
13 novembre 2017
lucia-merico-spiritualcoach-vittima-di-te-stessa
LA TERRA DI MEZZO
29 novembre 2017

L’INCONTRO CON LA SAGGEZZA

lucia-merico-spiritualcoach-incontro-con-te-stessa

E’ dentro di noi la saggezza: non possiamo trovarla fuori.  Quando la incontriamo vestita da donna o da uomo, è perché possa raccontare di una memoria che ci appartiene. Là fuori nel mondo c’è il riflesso del nostro essere, a volte stanco, altre volte arrabbiato, ma anche gioioso e saggio. Come uno specchio, il mondo mostra chi siamo e dove stiamo andando: niente di più e neppure niente di meno.

Quanto è importante leggere la nostra vita attraverso la vita di chi incontriamo, perché è questo che accade. Credi forse di essere diversa da colei che è infelice o che si arrabbia o che tradisce, che si vergogna o che ferisce? Se il tuo sguardo incontra il suo, allora siete in comunione, due anime che entrano in contatto per comprenderne lo scopo. Ma qual è lo scopo? Sempre lo stesso, una noiosa ripetizione ogni volta: conoscere te stessa. In questo territorio antico e senza età, una cosa è certa: che ogni incontro diventa sacro.

E’ un luogo che non appartiene a nulla eppure è tutto. Ha molti nomi e nessuno adatto, e per questo tutti possono andare bene per descriverlo. E’ una forza che può distruggere o sanare ogni ferita, una forza inimitabile che porta un dono di idee, immagini, convinzioni e particolari. Esiste ovunque e tuttavia non si può vedere nel senso comune del termine.

Quel che si può vedere nell’oscurità non è necessariamente visibile alla luce del giorno

Sebbene il luogo trasmetta grande e profonda ricchezza, va avvicinato con una certa preparazione, poiché si può cedere alla tentazione di naufragare gioiosamente nell’estasi e restare là. «Ogni donna ha potenzialmente accesso al fiume in piena che scorre dentro di lei. Vi arriva con la meditazione profonda, la danza, la scrittura, la pittura, la preghiera, il canto, il suono del tamburo, l’immaginazione fervida o qualsiasi attività richieda un’intensa consapevolezza alternata. La donna arriva a questo mondo-tra-i-mondi con il desiderio struggente, e cercando qualcosa che può vedere appena con la coda dell’occhio. Vi arriva con atti profondi creativi, con la solitudine intenzionale, con la pratica delle arti. E anche con tali pratiche elaborate, molto di ciò che accade in questo mondo ineffabile resta per sempre misterioso, perché spezza le leggi fisiche e razionali quali noi le conosciamo.»

Dobbiamo curare il mondo con cui entriamo in questo mondo fatto di essenza e di conoscenza, mantenendo salda la consapevolezza, il ponte che ci permette di portare l’esperienza nella vita quotidiana. Questo è ciò che dobbiamo fare con la conoscenza: incontrarla, farla nostra ed estenderla intorno a noi. Così tutto è possibile. Diversamente, nulla lo sarà.

 

⌊UNA PREGHIERA⌋

Rifiutati di cadere.

Se non puoi rifiutarti di cadere,

rifiutati di restare a terra.

Se non puoi rifiutarti di restare a terra,

leva il tuo cuore al cielo,

e come un accattone affamato,

chiedi che venga riempito,

e sarà riempito.

Puoi essere spinto giù.

Ti può essere impedito di risollevarti.

Ma nessuno può impedirti

di levare il tuo cuore verso il cielo –

soltanto tu.

E nel pieno della sofferenza

che tanto si fa chiaro.

Colui che dice nulla di buono

da ciò che venne,

ancora non ascolta.

(Storie di Donne Selvagge)

 

Ogni mese c’è un incontro al femminile dove poter imparare a conoscere te stessa e lo fai condividendo con altre donne che, come te, stanno camminando verso la gioia di vedere la vita da un altro punto di vista. Crea Leggi Ama è un appuntamento mensile gratuito al quale puoi partecipare con le tue amiche, con tua figlia, con tua madre, con la tua collega d’ufficio … Se vuoi sapere di cosa si tratta, clicca su questo link ===>http://bit.ly/2j5xeAX 

 

(Photo by Bekah Russom on Unsplash)

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *