DANZIAMO
25 novembre 2016
VIAGGIO IN ALGARVE
27 novembre 2016

INDIFFERENZA

“La nostra storia non stava più in piedi da tanto tempo. Ci siamo lasciati. E adesso che tutto è finito, quando penso a lei provo indifferenza”. Mi è capitato spesso di sentir descrivere la fine di una relazione usando la parola indifferenza, e quando la sento la associo sempre a  sempre a dolore e sofferenza. Eppure, se chiedi a chi la pronuncia quale sia il suo significato, molto spesso risponde: “… per me vuol dire che non provo più niente, non sento più niente, non ci sono emozioni“.
Bella la trappola dell’indifferenza in cui si cade credendo di proteggersi al meglio. Un muro che si alza tra noi e le nostre emozioni, nella speranza che la sofferenza finisca al più presto. Quanto inganna l’indifferenza!  In realtà, se ascoltiamo con attenzione ciò che produce, ci possiamo accorgere di quante emozioni sono racchiuse in essa: rabbia, paura, odio, vendetta.  
Se ti sembra possibile rimanere neutrale di fronte alla vita, non stai certamente vivendo ma soffocando lentamente. La vita è tutt’altro che neutrale. Vivere è un’emozione unica fatta di svariate sfumature che ti avvolgono e che passano dall’amore alla paura in tutti i suoi toni, che vanno in alto e in basso, come un’onda sempre attiva.
Se siamo consapevoli, cavalchiamo l’onda, la vediamo arrivare, possiamo persino giocarci. Ma se abbassiamo l’asticella della consapevolezza, l’onda ci travolge. L’indifferenza è un’emozione e se l’ascoltiamo con attenzione, vediamo con chiarezza cosa racchiude nel suo scrigno.

Ora lo sai e potrai accorgerti di tutte quelle volte che penserai a una situazione o a una persona con indifferenza Potrai aprire la tua mente e il tuo cuore alle emozioni e sentire come ci si sente liberi a lasciarle scorrere dentro di te.

La tua SpiritualCoach

Lucia Merico

Sharing is caring!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *